Quale metodo di acquisizione

Sei un professionista ricercato dai tuoi clienti o vai ancora cercando al citofono chi ti offre case da vendere? Citofoni? Lo sai che puoi cambiare il tuo metodo …

Un agente immobiliare è prima di tutto una persona integra

Prima ancora di tutto il lavoro tecnico che svolgo quotidianamente va detto che la Casa è prima di tutto un bisogno umano.

Per la maggior parte delle persone l’acquisto di un immobile è il coronamento di una vita di sacrifici. Per questo il ruolo dell’agente immobiliare è molto di più di una semplice mediazione. Alla base di ogni acquisto immobiliare c’è un lato umano grandioso, diverso da persona a persona, con il quale bisogna interagire. Cosa dico ad un giovane che sta intraprendendo la carriera di agente immobiliare? Mettiti sempre nei panni del tuo cliente. Il tuo cliente sta compiendo il più importante passo della sua vita e tu gli stai chiedendo di fidarsi di te. Il primo lavoro che puoi fare è guadagnare la fiducia e mantenerla nel tempo.

Se riesci in questo intento sei sulla strada giusta. Sii te stesso nel rapporto di vendita, non devi inventarti nessun personaggio, i tuoi clienti premieranno soprattutto la tua spontaneità. Quando presenti un immobile sii trasparente raccontando ai clienti soprattutto le criticità della casa, non ti serve usare parole al miele, i clienti osservano tutto di te perciò sii leale ed onesto nelle tue parole.

Ricorda che la professione di agente è strettamente collegata alla reputazione, ragion per cui non correre dietro ai soldi ma usa i soldi come conseguenza di un lavoro fatto in modo eccellente. Ne vale la pena credimi.
Un professionista non deve soltanto fare soldi e dimostrarlo agli altri. Certo, guadagnare è un dei motivi principali per il quale uno lavora ma non è l’unico.

La domanda che ti devi portare nel cuore è perché ho scelto questa professione. Tutto quello che fai e che farai è fondamentale per il benessere a lungo termine dei tuoi clienti. L’agente immobiliare ha un ruolo molto importante nella vita delle persone, bisogna avere cura delle persone come una missione oltre che un lavoro. Ricorda sempre di dare il massimo, la casa è un bene primario e la soddisfazione di vedere un cliente a suo agio con il proprio acquisto è una fonte di energia più grande di migliaia di euro guadagnanti nell’immediato.

Fare l’agente immobiliare è un lavoro bellissimo, con non pochi sacrifici, ti fa crescere come uomo e come anima proprio grazie alle interazioni sociali quotidiane. L’agente immobiliare è semplicemente una persona che risolve un problema ad un’altra persona. Cosa farà la differenza? Il modo in cui lo fa!
Buona casa a tutti!

Virtual Tour di Casa Premium

Ecco un nuovo modo di visitare gli immobili: Il virtual tour di Casa Premium.

Clicca sul link e goditi l’esperienza:

Il Professionista immobiliare è insostituibile

L’agente immobiliare e il tecnico specializzato sono due figure chiave della compravendita immobiliare.

Il primo porta a te acquirenti selezionati e veramente interessati; Il secondo controlla il tuo immobile e lo rende pronto ad essere venduto, sistemando eventuali non conformità in tempo.

Sei sicuro di poterti sostituire a tali figure prendendo in carico le loro mansioni e soprattutto con il tuo tempo dedicarti a tutte le fasi che una compravendita si porta dietro?

Pensaci bene, un professionista è colui che lavora per te con le sue capacità risolutive e pratiche, non ti spaventino i costi di un professionista, pensa piuttosto che il vero risparmio è evitare gravi problemi o disagi se ti improvvisi tu esperto della situazione.

Consigli utili per acquisto casa con mutuo

Un amico mi ferma per strada e mi chiede: ‘’Vincenzo seguo  la tua rubrica immobiliare, aiutami a trovare casa da acquistare, tanto il mutuo me la danno, tu trovami prima la casa che poi vediamo il mutuo.’’

Ecco un errore tipico quando si decide di comprare casa e si ha la convinzione che tutto sia facile e scontato.

Molte persone tendono a rimandare quella che dovrebbe essere la fase embrionale prima di ricercare l’immobile da acquistare.

Intanto mi chiedo: ma se la maggior parte delle compravendite oggi ad Acerra si chiudono grazie ad un mutuo, come è possibile non dare attenzione proprio al mutuo che è il pilastro sul quale si basa tutto il progetto?

Come puoi cercare una casa senza conoscere la tua forza bancaria, la rata che puoi supportare? E soprattutto pensare che ti venga accettata una proposta dove la tempistica che andrai ad inserire sarà per forza molto lunga e magari sarà un ostacolo per la conclusione dell’affare? Ma perchè perdere tempo?

Ascolta il mio consiglio, contattami per una consulenza finanziaria, attiveremo una richiesta di mutuo in base al tuo reddito, dopo qualche giorno otterrai una pre-delibera, cioè un documento dove la banca dice che è disponibile a finanziarti un determinato importo.

La pre-delibera deve diventare il pilastro della tua ricerca perchè visiterai case che rientrano nella tua forza effettiva e lascerai da parte tutte quelle che sono fuori la tua portata.

Quando scriverai una proposta di acquisto sarai molto più efficace se il testo farà più o meno così ‘’Gentile proprietario, la mia offerta è di TOT euro (in base alla mia forza reale), ho un mutuo già pronto e i tempi saranno brevi. Basterà attendere la perizia e si potrà andare direttamente dal notaio per rogitare’’

Questa è una vera proposta di acquisto, e chi la legge comprende che da quest’ altro lato c’è una persona preparata, al quale non piace perdere tempo e sa bene come si affronta il processo di compravendita.

Se poi devi richiedere un mutuo al 90% ed hai paura di perdere soldi addirittura potresti far inserire nella proposta la condizione detta ‘’salvo accettazione mutuo ’’ vale a dire una condizione sospensiva prevista dal codice civile che consiste nel sospendere gli effetti del contratto fino all’avverarsi della condizione.

in questo caso l’agenzia immobiliare alla quale ti sei rivolto può trattenere il tuo assegno di caparra e se il tuo mutuo non avrà buon esito potrai fartelo restituire mostrando comunque documento della banca che accerti la mancata accettazione. Questo sempre se il proprietario è propenso ad accettare una proposta con clausola sospensiva quindi vincolarsi per un tempo di attesa in cui quest’ultimo sa bene di escludere ogni altra eventuale proposta anche a prezzo e/o condizioni migliori.

In conclusione Amici, prima di cercare casa, analizzate prima la vostra  forza bancaria.

Buona casa a tutti, Ciao!

 

Vendere casa vuol dire ”preparare” l’immobile e farlo competere con decine di altre case. Credi di saperlo fare bene?

Hai deciso di mettere in vendita la tua casa?

Bene! Presta attenzione ai consigli che sto per darti. Non c’è niente di peggio di vedere una vendita sfumata perché non hai pensato prima a questi “particolari”. Vediamo insieme questi punti importantissimi:

Il Rogito di Provenienza, perché è la prima cosa che devi preparare.

Planimetria catastale aggiornata, perché la planimetria catastale deve coincidere con lo stato di fatto dell’immobile e verrà allegata all’atto.

La documentazione depositata al Comune (che non è il Catasto), perché è importante sapere che l’immobile deve essere in regola non solo al catasto, ma anche al Comune: si tratta di due archivi separati, da controllare entrambi con l’aiuto di un tecnico.

Il Certificato di Abitabilità/Agibilità, perchè molte persone ne ignorano persino l’esistenza.

APE, Attestato di Prestazione Energetica.

Spese di gestione perché bisogna far conoscere spese condominiali e millesimi di proprietà.

Capisco che molti di questi termini possono risultare sconosciuti ma non c’è nulla da temere. Fatevi seguire da un professionista anche nelle cose che ritenete semplici. Ricordati inoltre che al di là dell’aspetto tecnico c’è un lato commerciale non meno importante.

La vendita di una casa è anche un insieme di emozioni e noi dobbiamo essere preparati nel rendere la nostra casa appetibile. Ad esempio, durante la visita dell’immobile, i potenziali acquirenti inizieranno ad immaginare la casa arredata con i propri oggetti, visualizzando la propria vita trascorsa fra quelle mura.

Il modo migliore di presentare la tua casa è quello di farla apparire spaziosa, pulita e il più possibile normale. Esamina ogni stanza e se necessario imbiancala. Poni l’attenzione su come appare la tua casa dall’esterno.Vendere casa vuol dire preparare l’immobile e farlo competere con decine di altre case in vendita. Affidarsi ad un bravo consulente è il consiglio migliore che posso darvi.

Un bravo consulente curerà sia il lato tecnico che commerciale oltre dispensare consigli su come preparare l’immobile. Saprà di certo dare il giusto prezzo alla casa onde evitare che tale immobile cada in quell’abisso di case invendute buone solo a creare un mercato marginale e sterile.

Adeguarsi al mercato è una scelta intelligente e coerente con ciò che accade attorno a noi in questo preciso momento storico. Buona casa a tutti, Ciao!

Come è cambiata la ricerca di case negli anni

Come è cambiata la ricerca di case? Cosa si cerca oggi da una casa? Innanzitutto, diciamo che è finita un’epoca durata decenni in cui si era sicuri di rivendere la propria casa a prezzi sempre crescenti. Oggi ci sono zone che hanno perso addirittura il 50% del valore. Ragion per cui la ricerca di un immobile non vuol dire per forza conservare nel tempo il valore economico investito

per acquistare quel bene. E’ cambiata radicalmente l’aspettativa nei confronti della nostra

amata casa. Il mondo cambia e si trasforma, gli uomini si evolvono con nuove idee e nuove

mode e ogni tanto bisogna fermarsi per comprendere bene in che direzione stiamo andando.

La casa grande negli anni ha perso la sua importanza.

Immaginiamo di stare negli anni ’70, dove la cucina era il vero centro di una casa e si stava

tutti assieme, in quella cucina che era il cuore vivo delle case degli italiani.

Ora facciamo un salto agli anni 80, quando i grandi salotti diventarono il luogo di aggregazione

dove tutti potevano guardare la tv , riducendo di fatto le grandi cucine a semplici tinelli.

Oggi i ragazzi guardano la tv ed usano il computer, ma lo fanno nelle loro camerette, nella loro

privacy totale e quindi un salone enorme e vuoto è diventato meno importante di una comoda e

capiente cameretta. Intanto, le cucine sono ridiventate abitabili e quindi

più grandi. La cultura della cucina ci ha fornito di tanti strumenti tecnologici oltre che sistemi d’arredo all’avanguardia, per non parlare del fenomeno del ‘’cucinare trasmesso in tv”, che ci ha

dato una dimensione molto più importante dell’ambiente dove vengono preparati gli alimenti.

Oggi le persone non vogliono una casa grande, piuttosto una casa giusta, con gli spazi divisi con criterio. Le nostre case cambiano continuamente perchè cambiano le nostre esigenze.

È cambiato il criterio del valore di una casa: oggi una casa di valore non è per forza una casa grande, ma è una casa funzionale, una casa sicura, magari in un quartiere sicuro. A questo si aggiunge poi una zona pulita e soprattutto connessa con il resto del mondo, perchè stare a due passi dal centro sarà sempre la marcia in più di una casa. Oggi le persone cercano meno metri quadri, ma più servizi. Ecco la qualità del futuro! Buona casa a tutti, Ciao!